Terapia di coppia 02

Una delle preoccupazioni centrali della psicoterapia della Gestalt è quello di comprendere i modi in cui la persona si relaziona con l’ambiente, riconosce la differenza tra sé e l’altro, l’interno e l’esterno, e scoprire cosa succede nella frontiera tra l’organismo e il suo ambiente, cioè nel CONTATTO.

lewinfLa Teoria del Campo di Kurt Lewin afferma che le singole variazioni del comportamento umano, in relazione alla norma, sono condizionate dalla tensione tra la percezione che l’individuo ha di se stesso e quella che ha dell’ambiente psicologico in cui si trova, il suo SPAZIO VITALE. L’enunciato di base della Teoria del Campo è che:

a) il comportamento deve essere dedotto da un insieme di fatti coesistenti;

b) questi fatti coesistenti sono in relazione dinamica fra di loro, per cui lo stato di ciascuna delle parti del campo dipende da tutti gli altri e tende all’omeostasi.

Il modello utilizza la matematica definendo il rapporto delle forze nel campo come:

C = f ( P , A)

In cui C è il comportamento di un individuo ed è una funzione (f) della situazione totale, e quindi delle condizioni individuali (P) e ambientali (A) percepite.

Ci sono anche alcune variabili che influenzano questa funzione, le principali sono:

  • Bisogno: è il motivo che crea le tensioni motivanti. Ogni volta che c’è un bisogno fisiologico o psicologico, nell’individuo si crea uno stato interno di tensione. Nell’animale il bisogno è sempre una reazione a uno stato di necessità, mentre nell’uomo esso ha una progettualità e una strategia che sono date dal suo campo d’azione, cioè dai contesti socioculturali con cui è in relazione. I bisogni possono quindi essere anche indotti.

  • Tensione: è il risultato della differenza tra i bisogni e lo stato attuale della persona. La tensione è sempre presente nella persona, anche in assenza di un’occasione predeterminata che la provochi. Questo equilibrio dinamico interno, stazionario o variabile, rappresenta l’eterna lotta tra il desiderio di cambiamento e quello di stabilità. La tensione viene influenzata dal nostro sistema di valori, dal nostro atteggiamento rispetto alla vita o da predisposizioni naturali.

  • Forza: esistendo una necessità, un bisogno, un obiettivo ad agire/reagire di fronte ad una percezione scatenante, viene prodotta una forza, o un campo di forze, che ha una determinata valenza, positiva o negativa, di avvicinamento o di allontanamento. Ogni livello intermedio può avere la sua valenza, e tutte le valenze generano forze verso l’azione o contro di essa. Il comportamento risultante viene determinato da una sorta di somma delle diverse forze psicologiche presenti nello spazio vitale di quella persona.

LewinNella situazione iniziale (a) abbiamo un bambino che cammina davanti ad una pasticceria e, guardando nella finestra, ha un bisogno di leccare i dolci. Nel campo della persona (P), il bambino in questo caso, ci sono due porzioni, la parte S rappresenta la possibilità di stare davanti alla vetrina senza dolci (Schaufenster stehen), la parte Z rappresenta la possibilità di leccare i dolci (Zuckerzeug), dove il “+” è la valenza positiva che hanno. KPZ è la forza psicologica (Kraft, ossia vigore) del bambino P in direzione di Z.

Nella situazione (b), la percezione della finestra tra il bambino (P) e i dolci (Z+) e l’effetto della norma sociale, secondo cui “non dobbiamo avere tutto quello che vogliamo”, creano una barriera B, insormontabile.  Il campo cambia allora la sua  struttura  perchè la barriera B, che si oppone alla locomozione di P, provoca una forza K(P-B) che si oppone a KPZ.

Nella situazione (c) il bambino non ha alcuna possibilità di superare la barriera e quindi uscirà di scena e prenderà un altra strada (W), la strada da percorrere (fortsetzen Weg).

Nella situazione (d) il bambino capisce che sua madre (M) potrebbe acquistare i dolci e ciò provoca un’aumento della tensione che lo spinge a convincere la madre a farlo e a cambiare quindi la percezione del suo campo. Ora, attraverso l’entrata “in campo” della madre, la barriera non è più così impenetrabile e può essere “attraversata”. La madre compra i dolci e in bisogno del bambino è appagato.

Esempio estratto dal libro di Lewin del 1938 “The conceptual representation and measurement of psychological forces”.

In realtà esiste un’altra variabile che influenza l’equazione della Teoria del Campo, il Tempo (T).

Campo = (Organismo / Ambiente) Tempo           Situazione = ( Io / Tu) aprile dell’84

Ciò che maggiormente sottolinea Lewin è che esistono delle energie psichiche, originate dalla percezione, che mantengono in moto il processo di comportamento. Questi sistemi psichici in tensione possono cambiare solo se cambia la nostra percezione e non della realtà. Ogni mutamento nella situazione psicologica di una persona non significa altro che questo: sono attualmente “possibili” o “impossibili” certi avvenimenti che prima erano impossibili.

Che cosa è successo lì e allora? Cosa ha imparato il corpo che adesso ripete? Quali difese, che sono state attivate allora, continuano a proteggermi​​? Come il sé si è strutturato? E’ forse tempo di ri-attualizzare la nostra vita?

Annunci

Informazioni su marhhaba

Sono uno psicologo, gestaltista e art counselor, mi occupo principalmente di formazione, sviluppo e comunicazione personale, di gruppo e collettiva, attraverso i metodi della psicologia umanista e dell'educazione attiva. Il mio lavoro è intimo, intermittente e internazionale e ha come obiettivo principale far dialogare le relazioni di tipo mentale, con quelle emotive e fisiche che de-finiscono il nostro essere al mondo. Il risultato è riuscire a ri-vedere le cose in maniera più utile e autentica, e quindi sana. Soy un psicólogo, gestaltista y consultor expresivo. Me ocupo principalmente de formación, desarrollo y comunicación personal, grupal y colectiva, a través de los métodos de la psicología humanista y de la educación activa. Mi trabajo es íntimo, intermitente e internacional y tiene como principal objetivo crear relaciones de diálogo entre lo mental, lo emocional y el corporal, triangulación que de-fine nuestro ser en el mundo. El resultado es la posibilidad de volver a ver las cosas de una manera más útil y auténtica, y por lo tanto saludable. Je suis un psychologue, gestaltiste et conseiller expressif, je m'occupe principalement de la formation, du développement et de la communication personnelle, de groupe et collective, à travers des méthodes de la psychologie et de la éducation active. Mon travail est intime, intermittente et international et a pour objectif principal de créer des relations de dialogue entre le mental, l'émotionnel et le physique, éléments qui de-finissent notre être dans le monde. Le résultat est d'être en mesure de re-voir les choses d'une manière plus utile et authentique, et donc saine.
Questa voce è stata pubblicata in Technics and methods e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...